• English

FUTURIST SKINTINT SERUM REVIEW

28 Giugno 2024

Vorrei dirvi che è stato amore a prima vista, ma per una volta non è stato così. Anzi.

Avevo ricevuto il fondotinta Futurist SkinTint Serum di Estée Lauder l’anno scorso in un pacco PR e non mi ero degnata nemmeno di provarlo. Pensavo non facesse per me. Troppo leggero, mi dicevo. Poco coprente. Sarà uno di quei fondotinta blandi e inutili come una BB cream, pensavo, e a me piacciono quelli super full coverage!

Stupida io. Un giorno ho deciso di dargli una chance, e lì è scattato il colpo di fulmine: è leggero, sì, ma al tempo stesso coprente. Durerà pochissimo, pensai, contendo all’interno tanti ingredienti di skincare che rendono la sua formula così ariosa e fresca. Ma anche lì mi sbagliavo: l’ho tenuto su tutto il giorno e la sera era ancora lì, tenace e perfetto, ma al tempo stesso estremamente naturale sulla pelle tanto che da lontano sarebbe impossibile dire se indossi il fondotinta o no.

Insomma: non è stato amore a prima vista, ma quella sera è iniziata una lunga e duratura storia d’amore!

Futurist SkinTint Serum Estée Lauder

IL PRODOTTO

Il Futurist SkinTint Serum di Estée Lauder è – come suggerisce il nome stesso – un fondotinta in siero.

Questo significa che la sua texture è molto più fluida e leggera rispetto agli altri prodotti per la base in commercio, e contiene ben l’85% di ingredienti trattanti (di skincare all’intero).

La formula è infatti infusa di un mix di oli botanici (olio di schiuma di prato, calendula e rosa canina) avvolti da una morbida argilla che dona un touch vellutato. Inoltre, contiene un fattore di protezione SPF 20 che protegge da raggi UVA e UVB, il che lo rende perfetto per l’Estate, soprattutto se lo associate alla vostra protezione solare abituale!

Il Futurist SkinTint Serum, insomma, oltre a uniformare il colore l’incarnato come ci si aspetterebbe dai più classici fondotinta, funge come vero e proprio prodotto di skincare, che in una sola settimana rende la pelle più idratata e luminosa. Non contiene siliconi, parabeni, ftalati, solfati, oli minerali e alcool secco e – grazie a Dio – non contiene fragranze sintetiche.

Promette una durata di 8 ore, una copertura leggera e resistenza a sudore e umidità.

Il costo sul sito ufficiale di Estee Lauder è di  €57.00 x 30 ml.

Futurist SkinTint Serum Estée Lauder

Futurist SkinTint Serum Estée Lauder

I COLORI

La shade range è abbastanza ampia: esistono 29 colorazioni disponibili, che può sembrare una scelta meno vasta e inclusiva rispetto a quelli del Double Wear, ma questo prodotto di fonde talmente tanto con la pelle da adattarsi perfettamente al vostro incarnato! Io ho usato il numero 3 sia nelle varianti C, N e W e devo dire che sono riuscita a portarli tutti con estrema disinvoltura, pur essendo il 3N1 il mio colore perfetto.

A proposito di questo: adoro Estée Lauder per la semplicità e l’accuratezza del loro codice colore! Il primo numero indica l’altezza di tono, mentre l’ultimo è la “profondità” di un colore. All’interno del codice c’è sempre anche una W di Warm per indicare il tono caldo o la C di Cool per definire i fondi più freddi come temperatura, affinché ciascuno possa trovare il proprio colore perfetto. Esistono anche i fondi N (Neutral) se siete insicuri sulla temperatura della vostra pelle o se avete un sovratono molto neutro come nel mio caso.

Per saperne di più, vi rimando al mio articolo sulla scelta del fondotinta e sulla differenza tra tono, sottotono e sovratono e come riconoscerli.

Futurist SkinTint Serum Estée Lauder

Futurist SkinTint Serum Estée Lauder

PERCHÉ MI PIACE

Il finish è sicuramente la cosa che più apprezzo di questo fondotinta, e che me ne ha fatto poi innamorare: è estremamente naturale nel senso di “realistico” sulla pelle, si fonde e mima perfettamente lo strato superficiale della pelle con una texture “undetectable”, ma al tempo stesso leviga e perfezione la pelle come se ci avessero fatto una passata di pennello “leviga” con Photoshop.

Perfetto soprattutto se avete la pelle normale, mista, secca o asfittica, mentre chi ha la pelle grassa e molto grassa forse preferirà qualcosa di meno idratante e più longevo come il classico Double Wear. Io lo fisso sempre e comunque con un po’ di cipria e devo dire che su di me dura tranquillamente tutto il giorno!

Il Futurist SkinTint Serum – nonostante sia estremamente liquido e leggero – riesce comunque a darmi la coprenza e il finish di cui ho bisogno, senza enfatizzare i piccoli difetti della pelle e senza andare a segnare piccole righe e linee di espressione. L’effetto generale è quello di una pelle luminosa, sana, rimpolpata e idratata.

Senza cipria lo trovo un po’ “umido” quindi preferisco dare un velo di cipria per fissarlo e opacizzarlo un minimo, e così come dicevo mi dura tutto il giorno senza segni di cedimento. La coprenza viene descritta dall’azienda come leggera, ma secondo me è stratificabile fino a diventare media: ho notato che il metodo migliore per applicarlo è con un pennello di taglio flatbuki, che permette di raggiungere il massimo coverage possibile di questo prodotto!

L’altra cosa che apprezzo TANTISSIMO e che per me è cruciale in un fondotinta, è non ostruisce i pori e non risulta quindi acnegenico. Il mio primo requisito che cerco in un prodotto nella base è proprio questo, perché avendo una pelle molto sensibile tantissimi dei fondi in commercio – anche tra quelli più famosi – mi fanno uscire sfoghi e imperfezioni e non riesco ad utilizzarli. Per fortuna, questo non è mai accaduto in tanti mesi che uso il Futurist SkinTint Serum, ed è decisamente un punto a suo favore e degno di nota!

Futurist SkinTint Serum Estée Lauder

FUTURIST SKINTINT SERUM VS DOUBLE WEAR

Il Double Wear è uno dei miei fondotinta preferiti della vita, quello che ancora uso e consiglio quando si tratta di eventi importanti come un red carpet o un trucco sposa. È il fondotinta perfetto, a prova di bomba, su cui sai che puoi contare nella buona e nella cattiva sorte.

Il Futurist SkinTint Serum è qualcosa di diametralmente opposto, a cominciare dall’applicatore con il contagocce che è molto pratico e perfetto per la texture in siero di questo cosmetico. La formula è molto più leggera rispetto al DW, quindi io personalmente lo preferisco a quest’ultimo soprattutto ora che fa più caldo. Sulla pelle è impercettibile, sembra di indossare una crema idratante e ti dimentichi di averlo su.

Il colore si fonde perfettamente con la pelle, ma al tempo stesso ha il coverage modulabile a cui Estée Lauder ci ha abituati con le sue basi. Insomma, io ho veramente trovato la pace dei sensi usando il Futurist SkinTint Serum come fondo da tutti i giorni, e il Double Wear riservato alle occasioni speciali.

Futurist SkinTint Serum Estée Lauder

COSA NE PENSO?

Il Futurist SkinTint Serum di Estée Lauder è stato il mio fondotinta preferito degli ultimi mesi del 2023 e – almeno finora – lo è anche di questa prima metà del 2024.

Mi piace perché ha una texture estremamente leggera, che si fonde perfettamente con l’incarnato, ma al tempo stesso ha la coprenza e la durata che cerco in un fondotinta. Ho sempre amato il classico Double Wear, ma l’ho sempre riservato a eventi importanti o a servizi fotografici perché lo trovavo un po’ pesante come fondo da tutti i giorni. Con il Futurist SkinTint Serum accade esattamente il contrario – e cioè che lo indosserei tutti i giorni e ho praticamente accantonato tutti i miei altri fondotinta! :D

Lo uso di giorno, di sera, per la vita di tutti i giorni e per gli eventi importanti: finora non mi ha mai deluso, e per questo lo trovo il fondotinta perfetto anche per questi mesi di cerimonie e matrimoni se volete avere un makeup naturale e luminoso ma al tempo stesso impeccabile.

Il packaging lussuoso ma pratico, la scelta dei colori, il finish naturale e la formula con ingredienti di skincare a lunga tenuta sono i punti di forza di questo fondotinta, che mi ha letteralmente conquistata!

Futurist SkinTint Serum Estée Lauder



    Lascia un commento