• English

THE BALM: BRAND OVERVIEW

23 Maggio 2024
the balm brand overview

Il mese prossimo questo blog compirà 8 anni, e mi sembra quasi incredibile che il tempo sia volato così in fretta!

In questi anni ho avuto la possibilità di lavorare con tantissimi brand, ho provato una quantità infinita di prodotti, texture, colori, finish diversi, collaborato con almeno un centinaio di aziende diverse e testato tutte le novità in fatto di makeup e skincare degli ultimi… 96 mesi!

Per quanto io cerchi di essere sempre imparziale e super partes durante le mie recensioni, vi sono sicuramente dei marchi a cui sono più legata per ragioni sentimentali e di affinità.

Uno di questi brand è sicuramente The Balm, perché… indovinate un po’? il primo prodotto che ho recensito su questo blog è stato proprio Mary Lou Manizer di The Balm, ed è l’unico prodotto che ancora oggi continuo ad utilizzare dopo tutti questi anni!

the balm mary lou manizer

THE BALM

The Balm è stato fondato nel 2004, e ha vissuto un momento di super popolarità proprio quando è uscito Mary Lou Manizer – l’illuminante che tutte volevano e che ha dettato poi il successivo trend degli highlighter.

Negli ultimi anni si sono avvicinati di più al mondo della clean e vegan beauty e packaging riciclabili, quindi si sono disfatti di vecchie formule e prodotti in questo clima di rivoluzione che non posso che appoggiare.

Sicuramente in un’epoca di transizione da una formulazione classica a una vegana ci sono dei piccoli aggiusti da fare, e per questo oggi sono qui a fare questa brand overview di The Balm e dirvi quali sono i miei prodotti preferiti e quelli che non ricomprerei!

the balm review

I MIEI MUST HAVE

Ecco quali sono – a mio avviso – i prodotti imperdibili di questo marchio!

Cominciamo ovviamente da lui, l’unico, inimitabile Mary Lou Manizer!

Un illuminante “not for the faint of heart” come direbbero in inglese, ovvero non per i cuori più deboli, perché è veramente super intenso! Io personalmente amo gli highlighter, probabilmente è il mio pezzo di makeup preferito in assoluto, e mi piace che si veda anche da Venere!


Mary Lou Manizer è il punto di champagne perfetto – non troppo dorato, non troppo bianco – il che è una mansanta per chi come me ha un incarnato caldo e fa fatica a trovare una nuance giusta che non sia troppo scura ma nemmeno che faccia effetto polvere di gesso sulle guance.

Il formato è grande e a me una confezione dura anche un anno, utilizzandolo non solo come highlighter sugli zigomi ma anche per creare i miei iconici punti luce all’interno dell’occhio.

In questo post vi avevo parlato anche delle sorelline di Mary Lou: Cindy Lou, Betty Lou e Bonnie Lou per i diversi tipi di incarnati!

the balm palette

Al di là degli illuminanti, penso che tutte le polveri di The Balm siano fantastiche: bellissime le palette, con ombretti morbidi, scriventi e pigmentati. Molto belli anche i bronzer (Bahama Mama su tutti), con tonalità realistiche per tanti diversi incarnati, e i blush.

Il mio preferito è Hot Mama, che assomiglia vagamente a Orgasm di Nars come concetto, ma io lo preferisco a quest’ultimo perché è meno rosa e più naturale sulla mia pelle.

Ecco, questa è un’altra cosa che amo di The Balm: i colori che producono sono stupendi e si sposano con tanti tipi diversi di incarnato, da quelli freddi e scuri (CabanaBoy è un bellissimo berry per dark complexion) alle carnagioni diafane (Balm Beach è il bronzer perfetto per chi ha la pelle chiarissima) passando per tantissime tonalità meravigliose, che vanno dai rosa freddi e delicati ai coralli intensi!

Stesso discorso vale per i prodotti labbra – in particolare i loro rossetti liquidi della linea Talk is Cheek (che possono essere usati anche come blush) e Meet Matt(e) Hughes, che secondo me sono carinissimi! Mi piacciono perché non seccano come tante tinte in commercio, ma rimangono molto confortevoli e saturi per ore, con un payoff coprente e saturo senza doverci lavorare troppo.

Anche in questo caso, se come me non uscite molto fuori dalla comfort zone dei nude-rosa-rossi, troverete tantissime nuance interessanti per tutte le occasioni e per tutte le stagioni!

the balm talk is cheek

PRODOTTI CHE NON RICOMPREREI

Veniamo invece alla nota dolente, i prodotti che non ricomprerei non perché siano cattivi di per sé, ma perché non mi hanno conquistata o comunque penso ne esistano di migliori allo stesso prezzo in commercio.

In generale, non amo i prodotti per la base (primer, tinted moisturizer, correttore) perché preferisco qualcosa di più levigante, soft focus e a lunga durata anche nella vita di tutti i giorni. Insomma, a me piacciono prodotti molto coprenti e ad effetto Photoshop, mentre questi sono molto naturali e non incontrano il mio gusto in fatto di makeup, ma se cercate delle alternative clean /vegane ai più classici prodotti di profumeria vi direi di dare un’occhiata e provare!

Lo stesso vale per la skincare: personalmente, sono un po’ contro il trend che “tutti debbano fare tutto”, e sinceramente non amo acquistare prodotti di skincare da marchi che fanno prevalentemente makeup, o viceversa.

Negli ultimi anni, in particolare, mi sono avvicinata soprattutto a brand di skincare da parafarmacia o comunque più specializzati nella formulazione di laboratorio, e mi trovo talmente tanto bene con quelli che è difficile che altre referenze in commercio mi stupiscano. Quindi il mio giudizio va preso per quello che è: prodotti carini ma molto semplici, non equiparabili a linee di prodotti per la cura della pelle più complete e specifiche.

Insomma: se dovessi darvi un consiglio spassionato, prendete tutto ciò che è in polvere e non rimarrete delusi! Il resto è molto soggettivo, e non mi sento di consigliarlo così spassionatamente come i loro prodotti pressati.

Io spero vivamente che The Balm riesca a trovare una propria quadra e una nicchia nel mondo cosmetico, investendo di più in ciò che gli riesce meglio e rivedendo i prodotti da migliorare nell’ottica dei nuovi dettami clean/vegani per tornare a splendere!

the balm face serum

the balm liquid concealer

COSA NE PENSO?

The Balm è un marchio che amo; non solo perché vi sono legata sentimentalmente, ma anche perché i loro prodotti mi piacciono genuinamente, mi divertono, mi mettono allegria e li uso spesso e volentieri!

Il loro design è probabilmente una delle aesthetic più nelle mie corde che un marchio beauty abbia mai creato: capisco che forse non incontra il gusto più minimalista della Gen Z, ma per rimane tra i più iconici e riconoscibili della storia del makeup.

La cosa che più mi colpisce di The Balm è che dietro ogni singolo prodotto mi sembra ci sia stato un lungo processo creativo e di ragionamento. Insomma, niente è lasciato caso: i nomi con i loro meravigliosi giochi di parole, il gusto vintage e pin-up che fa da fil rouge, i packaging che sono diversi per ogni singola referenza, anche quando si parla dello stesso prodotto in colori diversi… davvero, credo che sia l’unico brand (o almeno, a me non viene in mente nessun altro) a fare un lavoro del genere a livello creativo. Personalmente non amo i brand che mettono nomi a caso o fanno prodotti tutti diversi senza un filo conduttore, mentre qui non è solo una collezione a essere coesa e coerente, ma l’intera linea!

Uno di loro punti di forza secondo me sono i punti di colore che fanno: nonostante le loro palette siano fatte prevalentemente di colori neutri e “classici” (che a me va benissimo, perché non uso ombretti blu o rossetti viola) ogni rosso, ogni rosa, ogni nude e ogni marrone che fanno accontenta tutti i sottotoni e fenotipi, affinché ognuno possa trovare il proprio punto di colore perfetto. Inoltre, quasi empre esistono versioni fredde e calde dei loro prodotti, nonché di diverso grado di intensità (per carnagioni chiare, medie e scure).

In definitva, The Balm è brand old school di cui si parla e si è parlato poco – forse perché hanno investito meno in pubblicità, influencer ecc – ma che io continuo ad amare e comprare, e penso che con un paio di accortezze potrebbe ritornare in grande auge!

E voi, avete mai provato qualcosa di questo marchio?

  • Rispondi
    sterling
    23 Maggio 2024 a 06:11

    Howdy! Thiѕ is kind of off topic but I need some guiɗance from ɑn established blog.

    Is it very difficսlt tߋ set up your oԝn blog?
    I’m not very techіncal but I cɑn figuгe things оսt pretty
    fast. I’m thinking about making my own but I’m not sure whеre to
    start. Do you have any points or suggeѕtions?

    Thɑnk y᧐u

  • Rispondi
    pearls
    23 Maggio 2024 a 12:03

    Thanks for one’s marvelous postіng! І dеfinitely enjoyed reading it, you’re a great author.
    I will make sսre to bookmark your blog and will often come back later in lifе.
    I want to encourage you to defіnitely continue your great posts, have
    a nice evening!

Lascia un commento